Skip to content

avvocato penalista

IL DIRITTO PENALE

Il diritto penale è la branca del diritto che si occupa dei reati e dell’applicazione di pene a seguito della commissione degli stessi. Esso è disciplinato nel codice penale e in molte leggi speciali.

Il diritto penale è dunque un complesso di norme che prevede l’irrogazione di sanzioni afflittive a carico di coloro che pongono in essere determinate fattispecie di reato. Con il termine reato si intende una condotta umana – ossia un’azione oppure un’omissione – vietata dalla legge penale mediante la minaccia di una pena detentiva o pecunaria. La scelta sul prevedere o meno che un determinato comportamento possa costituire o meno reato è sicuramente politica ed è fatta dal Legislatore.

Va evidenziato, altresì, che i reati si distinguono in due grandi categorie:

  • i delitti (più gravi): puniti con la reclusione, l’ergastolo o la multa;
  • le contravvenzioni (meno gravi): punite con l’arresto e l’ammenda.

Tale distinzione risulta rilevante ad esempio con riferimento all’elemento soggettivo del reato, al tempo necessario per la prescrizione, ma anche alla possibilità di oblazione, o alla competenza per materia.

Avvocato penalista

IL DIRITTO PENALE

Il diritto penale è la branca del diritto che si occupa dei reati e dell’applicazione di pene a seguito della commissione degli stessi. Esso è disciplinato nel codice penale e in molte leggi speciali.

Il diritto penale è dunque un complesso di norme che prevede l’irrogazione di sanzioni afflittive a carico di coloro che pongono in essere determinate fattispecie di reato. Con il termine reato si intende una condotta umana – ossia un’azione oppure un’omissione – vietata dalla legge penale mediante la minaccia di una pena detentiva o pecunaria. La scelta sul prevedere o meno che un determinato comportamento possa costituire o meno reato è sicuramente politica ed è fatta dal Legislatore.

Va evidenziato, altresì, che i reati si distinguono in due grandi categorie:

  • i delitti (più gravi): puniti con la reclusione, l’ergastolo o la multa;
  • le contravvenzioni (meno gravi): punite con l’arresto e l’ammenda.

Tale distinzione risulta rilevante ad esempio con riferimento all’elemento soggettivo del reato, al tempo necessario per la prescrizione, ma anche alla possibilità di oblazione, o alla competenza per materia.

avvocato penalista

diritto penale e diritto civile

A differenza del diritto penale (che, come si è detto, disciplina le modalità sanzionatorie e di repressione di determinate fattispecie illecite ritenute particolarmente gravi da parte dello Stato), il diritto civile riguarda la regolamentazione dei rapporti fra privati, ad es. in tema di contratti, obbligazioni, successioni, diritto di famiglia, ecc.

avvocato penalista

reato ed illecito amministrativo

Non tutte le condotte ritenute illecite dal Legislatore costituiscono reati: esistono infatti gli illeciti amministrativi (ad es. eccesso di velocità).

La differenza non è affatto di poco conto, in quanto commettendo un illecito amministrativo non si rivestirà mai la qualità di indagato o di imputato (soggetto cui viene attribuita la responsabilità per un reato, rispettivamente in fase di indagini preliminari o di giudizio): tali circostanze hanno rilievo soprattutto in materia di iscrizioni nel casellario giudiziale e di dichiarazioni sostitutive con riferimento ai cosiddetti “precedenti penali” e ai “carichi pendenti”: in questi ambiti rilevano unicamente i reati commessi (o contestati) e non gli illeciti amministrativi.

Altra differenza sta nel fatto che nel procedimento penale è obbligatoria l’assistenza di un difensore (eventualmente anche d’ufficio), a differenza che nel procedimento amministrativo, dove solo in caso di opposizione è prevista la possibilità di nominare un legale (comunque senza alcun obbligo, ben potendo l’opposizione essere presentata dal soggetto personalmente).

avvocato penalista

denuncia, querela e condizioni di procedibilità

Mentre la maggior parte dei reati sono procedibili d’ufficio (ossia automaticamente, in qualsiasi modo la notizia di reato pervenga all’Autorità Giudiziaria), altri, sia delitti che contravvenzioni, sono procedibili a querela di parte: il legislatore ha fatto sì che una cosiddetta “condizione di procedibilità” sia rimessa alla volontà della persona offesa dal reato.

Chi ad esempio sia stato vittima di appropriazione indebita, di minaccia o di diffamazione avrà facoltà di proporre querela e far sì che lo Stato, attraverso il proprio meccanismo processuale, si attivi per l’afflizione di una pena a carico dell’autore del reato, che potrà anche essere condannato al risarcimento del danno, qualora la persona offesa si costituisca parte civile.

Il termine per sporgere querela decorre dal momento in cui la persona offesa viene a conoscenza del fatto e normalmente è di tre mesi (di sei mesi per alcuni reati quali stalking e violenza sessuale).

La querela depositata tardivamente non ha effetto e (qualora il reato non sia procedibile d’ufficio) impedisce che si possa procedere contro l’autore del fatto.

avvocato penalista

l'avvocato penalista

L’avvocato penalista è il professionista che si occupa di fatti riconosciuti dalla legge come reati.

Nell’ambito di un processo l’avvocato penalista può assumere la difesa:

  • dell’imputato: persona accusata di aver commesso il fatto di reato;
  • della persona offesa: soggetto che può costituirsi parte civile per ottenere il risarcimento patito a seguito del reato;
  • di altre eventuali parti che meno frequentemente possono essere coinvolte nel processo: si tratta del responsabile civile, del civilmente obbligato per la pena pecuniaria, dell’ente cui viene contestata una responsabilità ex D.Lgs. 231/01.

Allorquando si è coinvolti in un procedimento penale è dunque fondamentale affidarsi ad un avvocato esperto in diritto penale che sappia utilizzare al meglio gli strumenti processuali messi a disposizione dalla legge.

avvocato penalista

l'avvocato penalista all'interno del processo penale

L’avvocato penalista svolge il ruolo di:

  • assistenza: ossia presta una collaborazione di natura tecnica;
  • rappresentanza in sostituzione dell’interessato nell’esercizio di diritti e facoltà.

Una volta nominato, quindi, il difensore assume l’incarico di rappresentare ed assistere l’interessato nella tutela dei propri diritti e interessi. Nel procedimento penale la nomina è un atto a forma sostanzialmente libera: essa potrà essere scritta ma anche orale.

Tuttavia per il compimento di alcuni determinati atti (ad es: richiesta di patteggiamento o di giudizio abbreviato, atto di costituzione di parte civile, ecc.) la legge richiede una procura speciale ad hoc.

Nel processo penale, il ruolo fondamentale dell’avvocato penalista – sia che si tratti di un indagato/imputato ritenuto responsabile del reato, sia che si tratti della persona offesa dal reato – è quello di assicurare la migliore tutela dell’interesse della parte assistita in modo che la decisione del Giudice sia conforme a giustizia.

Pertanto, sin dall’inizio del procedimento penale l’avvocato penalista ha il compito di: 

  • effettuare le indagini investigative difensive al fine di ricercare elementi probatori a favore dell’indagato: ad esempio può avere colloqui con le persone informate sui fatti, acquisire dichiarazioni, assumere informazioni, accedere a luoghi privati, partecipare agli accertamenti tecnici, acquisire documentazione ecc.;
  • difendere la parte assistita in giudizio;
  • esercitare un penetrante controllo di legalità degli atti compiuti;
  • impugnare eventuali decisioni sfavorevoli per il proprio assistito.

È possibile distinguere due tipologie di difensori:

  • il difensore di fiducia: scelto personalmente dall’interessato; 
  • il difensore di ufficio: designato da parte della Polizia Giudiziaria o da parte del Pubblico Ministero mediante un meccanismo automatizzato di designazione a rotazione, qualora l’imputato non abbia nominato un difensore di fiducia o ne sia rimasto privo. Nel processo penale infatti la difesa tecnica per l’imputato è obbligatoria. Il difensore d’ufficio non può normalmente rinunciare al mandato conferitogli.